Se Nadal tira più di Totti…

by senzaudio

Roma Lazio Coppa ItaliaLo stadio Olimpico e i campi di tennis del Foro Italico a Roma sono distanti poche decine di passi. Eppure in quella distanza c’è la fotografia della crisi del calcio italiano che, nemmeno per una finale giocata in casa e attesa come fosse l’atto conclusivo della Champions, riesce ad offrire uno spettacolo da sold out. La notizia che a una settimana dal derby la Lega Calcio ha dovuto aprire la stagione delle super offerte pur di riempire l’Olimpico è clamorosa. Non tutto lo stadio perché per questioni di sicurezza la capienza è stata ridotta a 63mila unità. Anche così, però, il derby non tira e a sette giorni dall’evento i biglietti staccati sono poco più della metà.

Colpa della crisi? No. Perché basta percorrere quelle poche decine di passi per arrivare ai campi in terra rossa del Foro Italico che quest’anno hanno sbriciolato tutti i record di presenze senza distinzione per giornata, partite in cartellone e orario. Insomma il tennis tira e il calcio no.

Fossimo nei dirigenti della Lega percorreremmo quei pochi passi cercando di capire come sia possibile che il derby della Capitale non riesca a riempire mezzo Olimpico costringendo alla vendita libera (dentro tutti con o senza tessera del tifoso) e alla formula ‘invita due amici’ come fosse un’amichevole qualsiasi.

Alla fine la cornice di pubblico sarà accettabile e, si spera, civile a sufficienza per dimenticare lo stucchevole tiramolla sull’orario. E anche le polemiche sul costo eccessivo dei tagliandi potranno essere archiviate, visto che la finale di Coppa Italia ha un costo medio (66 euro) nettamente inferiore a Copa del Rey (156 euro), FA Cup (91,5), DFB Pokal (80) e Coppa di Francia (70).

Resta la lezione da mandare a memoria. Semplicemente la gente sa che lo spettacolo sarà di pessimo livello, magari la solita rissa da saloon tra i giocatori invasati in campo, e che arrivare e uscire indenni dall’Olimpico potrebbe essere impresa non scontata. La sintesi dei mali del calcio italiano. Non servono workshop, seminari e studi affidati a grandi economisti. Basta mettersi in coda per acquistare un biglietto.

Commenti a questo post

Articoli simili

Leave a Comment

Questo sito usa  per darti la miglior esperienza d'uso. Acconsenti all'uso cliccando il tasto "Accetta" o cambia le tue {WPCA_SETTINGS_LINK}.

Cookie settings

Below you can choose which kind of cookies you allow on this website. Click on the "Save cookie settings" button to apply your choice.

FunctionalOur website uses functional cookies. These cookies are necessary to let our website work.

AnalyticalOur website uses analytical cookies to make it possible to analyze our website and optimize for the purpose of a.o. the usability.

Social mediaOur website places social media cookies to show you 3rd party content like YouTube and FaceBook. These cookies may track your personal data.

AdvertisingOur website places advertising cookies to show you 3rd party advertisements based on your interests. These cookies may track your personal data.

OtherOur website places 3rd party cookies from other 3rd party services which aren't Analytical, Social media or Advertising.