Home Inchiostro - Recensioni di libri indipendenti e non. Consigli per diventare uno scrittore di successo – siate trasgressive

Consigli per diventare uno scrittore di successo – siate trasgressive

by senzaudio

Penna d'ocaEccoci tornati al nostro, ormai consueto, appuntamento con la rubrica: Consigli per diventare uno scrittore di successo.
Vale la pena ricordare che in questa rubrica non vi verrà insegnato a scrivere. Non vi verrà impartito un corso di scrittura creativa e non vi salti in mente di mandarci i vostri manoscritti nel cassetto da valutare. I libri mandateceli se avete già pubblicato, in quel caso ve li leggiamo volentieri…e poi ve li stronchiamo.
Anche durante l’ultima settimana la nostra email è stata letteralmente presa d’assalto, al punto che il signor Google in persona ci ha contattato per chiederci se eravamo sotto attacco da parte di qualche Hacker russo. Dopo avergli spiegato il motivo di tanta corrispondenza, il buon signor Google è venuto sul sito, ha letto la rubrica e a sua volta ci ha mandato una email per farci i complimenti.
Grazie a tutti di cuore, il vostro calore è importante e sentirvi così vicini ci da uno stimolo ulteriore per andare avanti.
Il consiglio di oggi è dedicato a tutte le nostre seguaci con il sogno, nemmeno tanto nascosto, di pubblicare un libro di successo e vedere il proprio nome svettare in tutte le librerie dell’Italico suolo, ma soprattutto di essere invitate a qualche talk show pomeridiano.
Il consiglio di oggi è: Fingete di essere trasgressive.
Andiamo subito al punto. Se siete già ragazze trasgressive non avrete sicuramente bisogno di consigli in merito, sappiate solo che vi può essere molto utile per fare il salto nel mondo dell’editoria. Per le altre, ecco pronte alcune dritte da tenere in buona considerazione.
In pratica, ciò che vi è richiesto è di fingere, di recitare la parte di un personaggio che magari non vi assomiglia. All’inizio potreste non notare dei vantaggi immediati, ma vi assicuro che lo sforzo recitativo alla lunga vi ripagherà.
Qualche consiglio pratico:
– Potreste fingere di essere bisessuali;
– Dite in giro che bevete sangue umano;
– Affermate di aver partecipato a messe nere con riti di natura sessuale;
– Vestite in pelle, in latex o qualsiasi altro materiale che ricordi anche solo vagamente un feticismo qualsiasi;
– Ammettete di aver sognato di recitare almeno una volta in un film pornografico;
– Dichiarate di aver avuto il primo rapporto sessuale con un quarantenne mentre eravate ancora minorenni;
– Dite di votare Forza Nuova;
– Usate un trucco pesante e volgare;
– Fate sempre riferimenti al sesso;
Questi non sono comandamenti e di conseguenza non vanno seguiti alla lettera, sono delle linee guida all’interno delle quali vi potete sbizzarrire usando la vostra fantasia (quella che per inciso dovreste usare per scrivere il vostro libro) per creare situazioni nuove in cui far risaltare la vostra vena trasgressiva fasulla (o magari pure vera).
Care scrittrici in erba, vi assicuro che questo stratagemma vi aiuterà enormemente a farvi strada nel magico mondo della carta stampata, anzi, è probabile che se riuscirete a crearvi un personaggio credibile, siano proprio le case editrici a bussare alla vostra porta. Come già detto nella prima puntata di questa rubrica, le case editrici non pubblicano per la gloria, vendono un prodotto. Quindi, quello che fanno a volte è sondare il mercato in cerca di un personaggio con un seguito abbastanza fornito da garantire la vendita di almeno un numero dignitoso di copie. Se siete state brave a percorrere la strada della trasgressione potreste essere rientrate nella categoria “Personaggi famosi”. A questo punto, vi consiglierei di leggere la prima puntata per capire meglio come funziona la cosa. In ogni caso, per quel che riguarda il consiglio di oggi, essere finte (o vere) trasgressive vi assicurerà un seguito enorme tra gli uomini. Un numero spropositato di loro vi seguirà ovunque, penderà dalle vostre labbra, leggerà qualsiasi parola avrete voglia di scrivere e tutto questo perché sono mossi da un’unica convinzione: che prima o poi gliela darete.
E’ così, care mie, so che non lo avreste mai detto, ma l’uomo, quando si parla di sesso, perde completamente la bussola ed è disposto a rendersi ridicolo. Il sesso vende, l’ambiguità vende, la trasgressione vende. Siate voi il prodotto. Siate la vostra pubblicità e datela a chi volete, quando volete e se volete.
Il tocco di classe sarebbe quello di pubblicare un libro intitolandolo “Come ho fatto finta di essere trasgressiva per far credere agli uomini che gliel’avrei data e così facendo ho pubblicato un libro”.

Se volete (e siete caldamente invitati a farlo), potete recuperare le puntate precedenti: 1 e 2

Commenti a questo post

Articoli simili

2 comments

Cornetta Maria 22 Settembre 2014 - 10:05

C’è una trasgressione che sarebbe impopolare e davvero rivoluzionaria che lei non ha citato: dire la verità. Non quella semplicemente interpretata, quella obiettiva. E’ la caratteristica dei racconti miei e di mio figlio, che stentato perciò ad essere accettati. Marco Travaglio in persona mi rispose ad una mail dicendo che era bellissima ma non poteva pubblicarla…Eppure non era offensiva…O lo era? Sì, diceva la verità, la nuda e scarna verità, molto più oscena ( e più nuda)di qualunque osceno nudo femminile o film porno. Un saluto da uno dei troppi talenti senza gloria in un mondo dove abbondano le glorie senza talento.

Reply
Cornetta Maria 25 Dicembre 2014 - 16:08

AUGURISSSIMI A TUTTIIIII!!!

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa  per darti la miglior esperienza d'uso. Acconsenti all'uso cliccando il tasto "Accetta" o cambia le tue {WPCA_SETTINGS_LINK}.

WeePie Cookie Allow cookie category settings icon

Cookie settings

Below you can choose which kind of cookies you allow on this website. Click on the "Save cookie settings" button to apply your choice.

FunctionalOur website uses functional cookies. These cookies are necessary to let our website work.

AnalyticalOur website uses analytical cookies to make it possible to analyze our website and optimize for the purpose of a.o. the usability.

Social mediaOur website places social media cookies to show you 3rd party content like YouTube and FaceBook. These cookies may track your personal data.

AdvertisingOur website places advertising cookies to show you 3rd party advertisements based on your interests. These cookies may track your personal data.

OtherOur website places 3rd party cookies from other 3rd party services which aren't Analytical, Social media or Advertising.

WeePie Cookie Allow close popup modal icon