Home Inchiostro Fresco - Recensioni di libri letti da Gianluigi Bodi Hernán Ronsino – Biografia di un albero

Hernán Ronsino – Biografia di un albero

by Gianluigi Bodi

Hernán Ronsino, un nome che non conoscevo.
Di scoperta in scoperta mi sto facendo un bagaglio di letture latino americane davvero interessante. E molto spesso queste scoperte passano attravarso  piccole case editrici come Gran Via.
Ordine.
Il vecchio Pajarito muore e lascia in eredità al figlio di Souza, Federico, una bicicletta. Quella bicicletta è il pretesto per ritornate nel paese che ha visto nascere il protagonista e, soprattutto, il pretesto per affrontare un doppio viaggio. Quello spaziale, del viaggio attraverso i confini della città e quello temporale. Perché a luogo, a persona, corrispondono ricordi ben nitidi, corrispondono scatti di crescita emotiva.
E’ questo che fa Federico, un viaggio a ritroso nel tempo, un tour nei ricordi personali, confrontandosi con chi è rimasto in città e non ha avuto la forza di andarsene, confrontandosi con le bugie del padre e con se stesso. E’ diventato ciò che voleva diventare? C’era dell’altro nella vita che non è riuscito ad afferare.
E allora abbiamo l’albero, pianta secolare che con il suo essere stanziale ci fornisce un punto di vista sulla città ineguagliabile. Poggiamo le mani sulla corteccia ruvida, i ricordi stessi sono ruvidi e frastagliati. Ed il passato, proprio come l’albero, è vivo, non è morto come vogliono farci credere. Anche il nostro passato può modificarsi. Un evento presente può provocare effetti su quanto ritenevamo essere vero e solido.
Ho apprezzato tutto di “Biografia di un albero“, soprattutto la scrittura di Hernán Ronsino che è densa, che ti strappa e poi ti calma, che fugge e poi riposa, che ti accompagna per tutto il libro con una dignità che non troviamo molto spesso nei libri contemporanei.

Gran Via, Gran casa editrice. Che poi, dicono che sia piccola, ma alla fine, certe case editrici andrebbero giudicate non dal numero delle persone che ci lavorano e nemmeno dal numero di titoli pubblicati in un anno, ma dalla bontà di questi titoli. Andrebbero giudicate dalla bellezza che generano. “Biografia di un albero” di Hernán Ronsino è un libro che merita una casa editrice come Gran Via.

Un pensiero va alla traduttice Stefania Marinoni. Una pacca sulla spalla. Per il buon lavoro che ha fatto, ma soprattutto per le difficoltà che ha dovuto incontrare per tradurre Hernán Ronsino. Ronsino non è facile. Il suo stile non è tessuto dalle trame larghe, è un fascio di seta finissima.

Hernán Ronsino è nato a Chivilcoy, provincia di Buenos Aires, nel 1975. Scrittore, sociologo e professore all’Universidad de Buenos Aires, è autore di una raccolta di racconti e di tre romanzi.

P.S. Gran Via lavora con un grafico di fiducia, Mirko Visentin, sue sono le ultime copertine di questa casa editrice. Ormai direi che l’affiatamento tra grafico e casa editrice sia consolidato, infatti, anche questa volta, la copertina è l’ideale per questo libro.

Commenti a questo post

Articoli simili

8 comments

Federica 20 Agosto 2016 - 9:34

a me non ha fatto impazzire, ma amo tanto l’argentina e questo libro è davvero molto argentino!

della stessa casa editrice ho letto Un cinese a buenos Aires: se non l’hai letto te lo consiglio!

Reply
senzaudio 27 Agosto 2016 - 9:17

Grazie del consiglio. Ne terremo sicuramente conto. Gran Via è una delle case editrici più interessanti del panorama latino americano.

Reply

Leave a Comment