Home Inchiostro Fresco - Recensioni di libri letti da Gianluigi Bodi Non sapevamo giocare a niente – Emma Reyes

Non sapevamo giocare a niente – Emma Reyes

by Gianluigi Bodi

Al trentaduesimo raggio d’arcobaleno Sur Edizioni ci regala una donna. E’ un dato, tutto qui. La questione che mi interessa, correndo il rischio di essere fuori moda, è che la letteratura proposta sia buona letteratura. Mi sono però chiesto come mai la scelta della prima donna Sur sia ricaduta su un nome che io (con tutta l’ignoranza che accompagna questa mia affermazione) reputo di secondo piano.
Per rispondere a questa domanda non ho dovuto altro che leggere qualche pagina del libro che avevo tra le mani. “Non sapevamo giocare a niente” di Emma Reyes è la cura con l’antibiotico senza gastroprotettore. La sensazione che vi lascia è quella di una continua pressione sull’intestino. Come se qualcuno stesse cercando di far dei salami usando il vostro intestino tenue.
Bando alle metafore colorite.

Non sapevamo giocare a niente” è un epistolario. La pittrice Emma Reyes, ormai adulta, racconta la propria infanzia a Germàn attraverso una corrispondenza che parte dal 69 e arriva fino al 1997. Una corrispondenza terribilmente vivida, partecipe, in cui la Reyes racconta tutto il male che ha vissuto con un candore che lascia senza parole. Come se la pittrice non fosse in grado di sentir male. Eppure ne avrebbe tutto il diritto. Tirata su da una madre dispotica, lunatica e anaffettiva. Privata di tutte le norme igieniche, rinchiusa per giorni un uno stanzino assieme allo sorella. Allontanata da due fratelli e abbandonata in un convento dalla madre che non vedeva l’ora di disfarsi di loro.
Quella raccontata in queste poche righe à la storia di qualcuno che se avesse mollato l’avremmo capita e anche giustificata. Invece, dalle rovine dei rapporti affettivi è nata un’artista famosa e rispettata. E’ nata una persona granitica, dignitosa come poche e affascinante.

Le lettere della Reyes sono dirette, schiette, non lasciano adito a dubbi. Vorreste che nessuno dei vostri conoscenti sia mai costretto a scrivere nulla di simile, che non sia mai costretto a testimoniare tanta desolazione affettiva attorno a dei bambini. E, in fin dei conti, l’unica vostra salvezza, mentre leggete queste lettere, è quella di rifugiarvi nel pensiero che alla fine la Reyes ce l’ha fatta. E visto com’erano iniziate le cose non era affatto facile.

Sur Edizioni è l’arcobaleno letterario che manca nelle vostre case. Ogni volume è un raggio di luce e letteratura che illuminerà le vostre librerie e anche un po’ del vostro cervello. Ogni spicchio di arcobaleno è una botta di vita narrativa.

Emma Reyes (1919-2003) è stata una celebre artista colombiana. Nata a Bogotà, ha vissuto a lungo in Europa e in particolare nella Parigi degli anni Cinquanta, dove si è avvicinata all’élite culturale dell’epoca e gode tutt’oggi di una vasta popolarità.

Bellissima, come sempre, la copertina Made in Falcinelli e davvero molto sentita la traduzione di Violetta Colonnelli che non conosco ma alla quale mi sento di fare in miei umili complimenti.

Segnalo anche l’introduzione di Tiziana Lo Porto che vi aiuterà a calarvi nello spirito del libro.

Commenti a questo post

Articoli simili

11 comments

Leave a Comment

Questo sito usa  per darti la miglior esperienza d'uso. Acconsenti all'uso cliccando il tasto "Accetta" o cambia le tue {WPCA_SETTINGS_LINK}.

Cookie settings

Below you can choose which kind of cookies you allow on this website. Click on the "Save cookie settings" button to apply your choice.

FunctionalOur website uses functional cookies. These cookies are necessary to let our website work.

AnalyticalOur website uses analytical cookies to make it possible to analyze our website and optimize for the purpose of a.o. the usability.

Social mediaOur website places social media cookies to show you 3rd party content like YouTube and FaceBook. These cookies may track your personal data.

AdvertisingOur website places advertising cookies to show you 3rd party advertisements based on your interests. These cookies may track your personal data.

OtherOur website places 3rd party cookies from other 3rd party services which aren't Analytical, Social media or Advertising.