Home Inchiostro Fresco - Recensioni di libri letti da Gianluigi Bodi L’estate che uccisi mio nonno – Luana Vergari

L’estate che uccisi mio nonno – Luana Vergari

written by Gianluigi Bodi 13 gennaio 2015

Paratesto:
Avere un figlio piccolo e leggere questo libro, avere un figlio piccolo, leggere questo libro e chiederti come sarà. Come sarà il suo linguaggio, come sarà la sua fantasia, come sarà la sua percezione del mondo. Come sarà quando non ci saranno più i nonni…

Testo:
Sapete, ci sono delle volte che un libro te ne ricorda un altro. Non necessariamente per questioni di stile, più probabilmente per pura affinità. Questo libro “L’estate che uccisi mio nonno” mi ha ricordato “Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte” di Mark Haddon. Me lo ha ricordato perché la voce narrante è quella di un bambino di sei anni, convinto di aver ottenuto i superpoteri e di aver ucciso il nonno con la sua pistola a raggi alfa. Un bambino che fonda la sua fantasia sui fumetti del supereroe giapponese Invisible Super Guy, sui film di mostri, ma soprattutto sulla propria interpretazione delle cose che lo circondano.
Quella di Luana Vergari è una freschissima prima opera narrativa, uno stile volutamente semplice, come semplice è la visione del mondo del protagonista. Un regno di causa ed effetto reinterpretato dagli occhi vigili e ancora puri di un bambino che affronta, per la prima volta il lutto e, per somma di sfortune, un rapimento.
Le invenzioni linguistiche, Icari per acari, Atlandite per atlante e molte altre, ci fanno ritornare indietro con gli anni a quei momenti in cui a fare a pugni con la lingua c’eravamo noi.
La trama del libro è semplice. Un viaggio in macchina per andare al funerale del nonno, un viaggio tra un paese presumibilmente del nord e uno del sud, l’incontro con due criminali che hanno appena rapinato una banca e nel mezzo il rapporto tra il bimbo e genitori.
Se avete un paio d’ora a disposizione e voglia di leggere una fiaba leggiadra vi consiglio di recuperare “L’estate che uccisi mio nonno” e di fare amicizia con il piccolo narratore con i super poteri. Sennò gli potrebbero venire le furie.

Coordinate:
Non avevo mai letto nulla della Nicola Pesce Editore. Il primo impatto è stato positivo. Segno che forse è il caso di approfondire la loro conoscenza. Oltre alla narrativa pubblicano anche graphic novel: Nicola Pesce Editore nasce a Salerno nel 2006 e sin dai primi mesi si pone nel settore editoriale come un’etichetta di qualità, specializzandosi nella saggistica e nel fumetto d’autore.

Luana Vergari è nata a Roma nel 1976 e vive attualmente in Francia. Autrice per il cinema, animazione, teatro e fumetto. Ha pubblicato per Black Velvet, Becco Giallo, Tunuè. Collabora con diverse riviste dedicate all’infanzia.

Commenti a questo post

You may also like

4 comments

Leave a Comment

Questo sito usa cookies per darti la miglior esperienza d'uso. Acconsenti all'uso cliccando il tasto "Accetta" o cambia le tue impostazioni cookie.