Andrea Vismara – Bisesto

by Gianluigi Bodi

Fa sempre uno strano effetto leggere un libro che è ambientato nei posti che frequenti nella vita. Immagino che a voi di Roma e Milano, Napoli e Firenze, la cosa capiti abbastanza spesso, ma quando si tratta di Venezia credo che le possibilità che questo succeda si abbassino drasticamente. Fa ancora più effetto quando l’autore, Andrea Vismara, è romano.

Ma veniamo alla storia. Flavio abita a Venezia e da qui parte il nostro cammino, un cammino che ci porterà in giro per l’Italia in dolce compagnia. Una sera, in un locale, Flavio viene abbordato da una bella ragazza, una ragazza affascinante e sensuale. Non gli sembra vero, le cose vanno proprio come Flavio spera, fanno sesso, sembra tutto perfetto, l’unico problema è che quella ragazza tanto avvenente è la Morte. E, in quanto Morte, ha un messaggio particolare da consegnare a Flavio: ti manca poco, bello mio, stai per tirare le cuoia, Game Over, le jeux…insomma, avete capito.

Qui inizia il nostro viaggio e il viaggio di Flavio. Un percorso tempestato di figure carismatiche, non solo i vecchi compagni della band con i quali aveva avuto un effimero successo anni prima, ma anche animali guida impensabili e incontri con defunti celebri che sembrano saperla lunga e volergli passare qualche consiglio. Il tutto, ovviamente, condito dalla dolce presenza della Morte e del suo dolce alito.

Molti di voi avranno già incontrato la scrittura di Andrea Vismara prima di “Bisesto”. Nel 2014, sempre per Edizioni Spartaco, era uscito “Iddu. Dieci vite per il Dio del fuoco”. Un libricino di veloce lettura che da queste parti aveva fatto un’ottima impressione. “Bisesto” segue questa ottima impressione perché la scrittura di Vismara è perfettamente bilanciata tra la malinconia (trattando di morte, di defunti, di un passato glorioso da replicare era impossibile che non ci fosse malinconia) e tra l’ironia feroce di Flavio. La carica vitale che a poco a poco risale e quel gusto meraviglioso nel prendere in giro un po’ tutti, anche la Morte.

Andrea Vismara è nato a Roma l’11 ottobre 1965. Musicista e compositore, ha suonato in vari gruppi dell’underground capitolino e ha lavorato nei più noti rock club. Ha frequentato l’Istituto superiore di fotografia e ha esposto suoi scatti in mostre personali e collettive, pubblicando sulle riviste Nuove Direzioni e In Camper, e sui quotidiani l’Unità ed Europa. Nel 2014 ha pubblicato il suo primo fortunato romanzo Iddu. Dieci vite per il dio del fuoco per Edizioni Spartaco. Da sempre instancabile camminatore, è del 2015 il diario di viaggio La mia Francigena e del 2017 I giorni di Postumia per Edizioni dei Cammini, di cui oggi è responsabile editoriale. Vive e scrive tra Empoli e Venezia.

Commenti a questo post

Articoli simili

Leave a Comment

Questo sito usa  per darti la miglior esperienza d'uso. Acconsenti all'uso cliccando il tasto "Accetta" o cambia le tue {WPCA_SETTINGS_LINK}.

Cookie settings

Below you can choose which kind of cookies you allow on this website. Click on the "Save cookie settings" button to apply your choice.

FunctionalOur website uses functional cookies. These cookies are necessary to let our website work.

AnalyticalOur website uses analytical cookies to make it possible to analyze our website and optimize for the purpose of a.o. the usability.

Social mediaOur website places social media cookies to show you 3rd party content like YouTube and FaceBook. These cookies may track your personal data.

AdvertisingOur website places advertising cookies to show you 3rd party advertisements based on your interests. These cookies may track your personal data.

OtherOur website places 3rd party cookies from other 3rd party services which aren't Analytical, Social media or Advertising.