Home Inchiostro - Recensioni di libri indipendenti e non. FIFTY-FIFTY. SANT’ARAM NEL REGNO DI MARTE. – Ezio Sinigaglia

FIFTY-FIFTY. SANT’ARAM NEL REGNO DI MARTE. – Ezio Sinigaglia

by Gianluigi Bodi

Vorrei partire da due punti fermi che mi vengono suggeriti dalla mia esperienza di lettore, in particolar modo di lettore della casa editrice Terrarossa. Posso dire di avere ormai una certa dimestichezza con il catalogo di questa casa editrice e quindi posso dire con certezza che questa è una delle realtà editoriali di maggior qualità del panorama italiano. Non è un caso che un loro titolo, lo scorso anno, sia arrivato nella dozzina dello Strega (Daniele Petruccioli con “La casa delle madri”. Questo è il primo punto. La qualità.

Il secondo punto ha a che fare con l’autore del libro di cui parlerò oggi. Ezio Sinigaglia, se vogliamo, è un catalogo all’interno del catalogo. Fosse per me a lui dedicherei un’intera collana nella speranza che abbia ancora tanta voglia di scrivere.

Veniamo al libro che forse è la cosa più importante. “Fifty-Fifty. Sant’Aram nel Regno di Marte” è il seguito del libro uscito nel corso del 2021 che si intitolava “Fifty-Fifty. Warum e le avventure conerotiche“. I personaggi sono praticamente gli stessi, ma vi posso assicurare che questo libro sta bene anche se letto da solo. Certo, vi perdereste il piacere di leggere un altro libro di Sinigaglia, ma queste scelte non spettano a me. Se potessi decidere io li leggerei in ordine di pubblicazione. Come vi dicevo i personaggi sono gli stessi. La voce che guida nella narrazione è quella di Aram, detto anche Warum (vedi il titolo del libro del 2021) e chiamato in parecchi altri modi.

Un bel mattino, complice un guasto idraulico, Aram viene svegliato da una notizia fenomenale. È Manon ad avercela sulla punta della lingua: l’idraulico sempre sceso dal cielo, sembra un angelo. Aram, che di angeli se ne intende, prende la notizia con le pinze, finché non arriva nella sala in cui l’idraulico sta lavorando e scopre che quella presenza non è solo scesa dal cielo, ma anche dal passato stesso di Aram. Si tratta di Cioffi, detto Sciofì. Aram lo ha conosciuto durante il servizio militare (Regno di Marte), una disgrazia accaduta a una giovane recluta che fungeva da autista lo ha introdotto nella sua vita. Dal momento in cui i suoi occhi si poggiano su quelli di Sciofì, ormai sposato e con figli, il presente di Aram cambia radicalmente. Lo stesso rapporto con Fifì (Fifty-Fifty) subisce un cambiamento. Fifì, che si concede con il contagocce, si fa trafiggere dalle frecce della gelosia. E da qui iniziano a crearsi le crepe.

Link al sito dell’editore

C’è una cosa di cui mi sono accorto leggendo “Fifty-Fifty. Sant’Aram nel Regno di Marte”, una cosa che forse avevo notato solo a livello subliminale nei libri precedenti e che ora è esplosa in tutta la sua evidenza. Ezio Sinigaglia ha un modo meraviglioso di amalgamare il comico e il tragico, riesce a farti ridere e a commuoverti nel giro di una pagina. L’esempio lampante che porto per avvalorare questa mia convinzione è il dialogo tra il sottotenente Aram e il capitano Zigghe-Zagghe. Un dialogo in cui il capitano fa sfoggio di tutto il suo arsenale di dialettismi quasi incomprensibili e di un italiano stentato arrabattato. Uno scambio comico come se ne leggono pochi che nel giro di poche righe viene spazzato via dal motivo della telefonata, un lutto importante per una delle reclute. Nel giro di pochissime righe si passa da un sorriso a una smorfia di tristezza, ma poi si torna subito a cambiare registro fino a che, una pagina dopo, il colloquio tra Aram e la recluta colpita dal lutto si svolge all’interno di un delicato equilibrio tra tenerezza, empatia e malinconia. Queste pagine sono letteratura di altissimo livello che Ezio Sinigaglia gestisce con maestria.

Ogni libro di Ezio Sinigaglia è un evento. Non ho altro da dire.

Ezio Sinigaglia è nato a Milano nel 1948. Ha svolto diversi lavori in ambito sia editoriale sia pubblicitario e nel 2016 ha dato alle stampe per Nutrimenti il romanzo breve Eclissi. Con TerraRossa Edizioni ha pubblicato nel 2019 Il pantarèi (con cui nel 1985 aveva esordito), nel 2020 L’imitazion del vero, segnalato da Lorenza Foschini al Premio Strega, nel 2021 Fifty-fifty. Warum e le avventure Conerotiche, prima parte del dittico che si completa nel 2022 con Fifty-fifty. Sant’Aram nel Regno di Marte. Tra gli autori che ha tradotto e curato figurano Charles Perrault, Marcel Proust, Julien Green e Boileau&Narcejac. Suoi contributi narrativi e saggistici sono apparsi su riviste a stampa e sul web.

Commenti a questo post

Articoli simili

Leave a Comment