Home RubricheRaccontami una foto Paris Views – Gail Albert Halaban

Paris Views – Gail Albert Halaban

by senzaudio
Gail Albert Halaban (c)

Gail Albert Halaban ©

Si definisce voyeurismo l’atteggiamento e la pratica sessuale di chi, per ottenere l’eccitazione e il piacere sessuale, desidera e ama guardare (oppure spiare di nascosto) persone seminude, nude, intente a spogliarsi, o impegnate in rapporti sessuali con terzi.

Quella carnale è la sponda torbida del voyeurismo tuttavia il primo passo della corsa a qualsiasi forma di  piacere consiste in una sguardo che si posa, che segue attento e che vuole avere più di quanto gli sia concesso. Viceversa è indispensabile  al raggiungimento di un successo  il favore della vista; non a caso, nel rispetto del cliché che lega il compiacimento sessuale a quello culinario, perché piaccia  una pietanza deve poter essere mangiata  “prima con gli occhi”.

Negli anni dei social network  – in cui il racconto per immagini si è fatto forte come non mai rendendo tutte le  icone raggiungibili e dunque replicabili –  il discorso su voyeurismo si arricchisce e si complica  incredibilmente forte  di un patto tra vedenti sempre più tacito e pericoloso.

La fotografa americana Gail Albert Halaban ragiona da anni su questo fenomeno e lo fa trasformando in delicatissima arte la perversione che più  piace in assoluto: guardare senza essere guardati.

Commenti a questo post

Articoli simili

7 comments

Leave a Comment