Home Inchiostro - Recensioni di libri indipendenti e non. Boris Battaglia – Corto – Armillaria

Boris Battaglia – Corto – Armillaria

written by Adriano Fischer 27 luglio 2017
Hugo Pratt, Corto,

Sulle rotte del disincanto Prattiano.

Boris Battaglia con questo libro, edizioni Armillaria, sviscera con vanga e piccone la vita, la storia di Corto Maltese e la sua influenza in quel genere letterario il più delle volte messo in secondo piano, il fumetto.

Pratt ha introdotto nel panorama fumettistico italiano, fedele al mito dell’eroe, un marinaio, un pirata, un avventuriero che non ha nulla di eroico, che non vuole salvare il mondo. Che tanto meno è in grado di salvare se stesso.

Le origini di Corto sono confuse, il personaggio evoca tanto fascino quanto mistero, è il prodotto delle mille letture d’avventura che Pratt divorava, si allude a Stevenson, a Conrad tra i più importanti. Dai romanzi di questi autori, Pratt attinge a piene mani.

Si è molto discusso sullo stile narrative di Corto Maltese. Lo stesso critico Brunoro aveva definito lo stile di Pratt come letteratura disegnata. Non era il solo. Una frangia di intellettuali spingeva, tra cui Eco, perché si desse autorità letteraria all’opera principale di Corto Maltese.

Etichette che Pratt aveva sempre mal tollerato. L’integrazione, del resto, tra letteratura e fumetto, una sua nobilitazione, è stata, in un regime complesso ma sempre crescente, l’obbiettivo dell’eutore del Corto nei suoi ultimi anni di carriera

Il libro di Boris Battagila offre moltissimi spunti. Per i profani o i neofiti del genere un’ottima leva con cui scardinare certe resistenze che si possono avere con il fumetto.

Il volume presenta anche sei tavole originali di Hugo Pratt.

Boris Battaglia ha pubblicato due saggi sul fumetto, La carne e la carta(Sfregi, 1995) e Il peso del fumo (autoprodotto, 2016), e un oggetto indefinito dove racconta di storie di boxe: Pugni (Becco Giallo, 2015). Ha fondato con otto amici, nel lontano 1998, la casa editrice di fumetti Rasputin! Libri che oggi non esiste più.

Commenti a questo post

You may also like

Leave a Comment

Questo sito usa cookies per darti la miglior esperienza d'uso. Acconsenti all'uso cliccando il tasto "Accetta" o cambia le tue impostazioni cookie.